Il nostro sito internet utilizato con cookies, al fine di migliorare le vostre domande. Utilizando il parametro del navigatore di destra, voi potete bloccare il cookies ma questo puo’ causare che la pagina non funziona piu correttamente o per niente. Rimanendo sul sito voi accettate l’utilizzo del cookies.
Per saperne di piu, sulla nostra politica di confidenza.

Bilanciamento e regolazione di piccole unità terminali

Noi di IMI Hydronic Engineering crediamo che sia importante usare sempre lo strumento giusto per ogni lavoro. Ecco perché proponiamo diverse soluzioni per il bilanciamento e la regolazione di piccole unità terminali. Non esiste una soluzione universale adatta a tutti i sistemi idronici. Per ottenere un sistema idronico completamente controllabile e quindi il clima interno desiderato con un consumo energetico minimo, occorre scegliere la soluzione idronica che meglio si adatta alle condizioni dell'impianto. 

Attraverso i nostri interventi su oltre 100.000 impianti di riscaldamento e raffrescamento in tutto il mondo abbiamo acquisito una grande esperienza che ci permette di aiutarvi a trovare la soluzione ottimale, qualunque siano le vostre esigenze

Perché serve il bilanciamento?

Prima di soffermarci sulle diverse soluzioni per la regolazione delle piccole unità terminali, è opportuno chiarire il seguente aspetto;

qualsiasi sistema idronico - e ogni terminale che ne faccia parte - funziona in modo più efficace se bilanciato correttamente.

Ora ne spieghiamo il motivo.

Con la regolazione ottimale del circuito idronico si ottiene il migliore clima interno possibile con la minima spesa energetica. A questo si giunge se vengono soddisfatte tre condizioni chiave: 

  • La portata di progetto deve essere garantita a tutte le utenze.
  • Le valvole di regolazione non devono essere soggette ad oscillazioni eccessive della pressione differenziale.
  • I valori di portata devono essere compatibili in corrispondenza di tutte le diramazioni dell'impianto.

Per saperne di più sulle tre condizioni chiave per la regolazione perfetta, fate clic qui

Il modo migliore per soddisfare queste condizioni è eseguire il bilanciamento del sistema.

Cosa occorre regolare?

Due sono i motivi essenziali per cui è opportuno regolare un sistema idronico: migliorare il comfort e ridurre al minimo la spesa energetica.

Il tipo di regolazione indicato per il vostro impianto dipende da molteplici fattori come;

  • esigenze di comfort    
  • fabbisogno energetico  
  • possibilità di regolazione del sistema idronico
  • costo dei dispositivi di regolazione
  • costi di installazione e messa in servizio

Considerate le molteplici variabili in gioco, spesso la scelta è tutt'altro che semplice. Esistono diverse formule teoriche per calcolare "la "difficoltà di regolazione" tuttavia è piuttosto  complesso definire i parametri per le forme.  Per questo motivo abbiamo ideato un grafico che illustra una regola d'oro;

Scegliere la regolazione on/off, laddove le esigenze di precisione nella regolazione non sono tassative e l'unità terminale ha tempi di risposta piuttosto lunghi.  

Scegliere la regolazione modulante laddove le necessità di regolazione idronica sono più pressanti e rendono la regolazione più complessa.

Curva caratteristica del circuito - una visione lineare

L'efficienza di un sistema di regolazione modulante dipende dalle possibilità di regolazione dell'impianto idronico. La caratteristica del circuito è una misura importante della qualità del progetto idronico e quindi delle possibilità di regolazione.

Rappresenta il rapporto fra il segnale di regolazione (u) indirizzato a una valvola di controllo e la potenza termica (P) generata dall'unità.

Più la curva caratteristica del circuito è inclinata, maggiore è il rischio di instabilità della regolazione. Un andamento più lineare si traduce in una maggiore regolazione e quindi in un maggiore comfort.

 

Come è possibile garantire una curva lineare?

  • Utilizzando una valvola di controllo con la corretta caratteristica, adattata alla caratteristica dell'unità terminale, e un buon attuatore lineare.
  • Attraverso un progetto idronico e una procedura di bilanciamento per ridurre al minimo l'effetto dell'autorità della valvola.

Quale soluzione adottare?

A questo punto, avete compreso l'importanza del bilanciamento del vostro sistema idronico, avete appurato se serve una regolazione on/off o una regolazione modulante e avete avuto modo di conoscere la nostra gamma di valvole terminale. 

Non resta quindi che individuare le giuste valvole di controllo e bilanciamento per le vostre unità terminali. Lo schema seguente vi aiuterà nella scelta.

 

Per la regolazione on/off

STAD + TBV-C  Soluzione normale per la maggior parte dei sistemi con regolazione on/off.
STAP + TBV-C  semplifica la procedura di bilanciamento e riduce al minimo il rischio di rumore.

Per la regolazione modulante con moduli indipendenti dalla pressione

STAP + TBV-CM  Soluzione normale per la maggior parte dei sistemi con regolazione modulante.
STAD + TBV-CM  Quando è possibile ottenere un'autorità della valvola accettabile senza regolazione della pressione differenziale.

Per la regolazione modulante con valvole di controllo indipendenti dalla pressione          

TBV-CMP  Una soluzione più onerosa che assicura una curva caratteristica del circuito vantaggiosa e semplifica la messa in servizio.

Regolazione garantita

Noi siamo specializzati nella regolazione. Per noi regolare significa conoscere... e per conoscere occorre misurare. La misurazione è il segreto per ottenere un sistema idronico completamente regolabile.

Indipendentemente dalla soluzione scelta, potrete:

  • controllare la portata (ossia verificare la presenza della portata di progetto in corrispondenza di ogni unità terminale)
  • ricevere la documentazione completa sul sistema (rapporto di bilanciamento)
  • ricercare guasti quando necessario

Per noi questo significa "Regolazione garantita".